Home / DI COSA PARLIAMO / Assistenza e previdenza / Home care premium 2017: contributi per l'assistenza

Home care premium 2017: contributi per l'assistenza

E' stata riproposta l'iniziativa Home Care Premium, il bonus erogato dall'INPS ai dipendenti e pensionati pubblici che sono in condizioni di non autosufficienza o che assistono un familiare anziano o disabile. Domande entro il 30 marzo.

E’ stata riproposta anche per il 2017 l’iniziativa Home Care Premium, il bonus erogato dall’INPS ai dipendenti e pensionati pubblici che sono in condizioni di non autosufficienza o  che assistono un familiare anziano o disabile.

Ecco quali sono le principali informazioni da tenere in considerazione: beneficiari, tipologia del bonus, scadenza, documentazione e requisiti necessari per presentare la domanda.

 

L'Ammontare

Il bonus erogato può essere utilizzato o per il pagamento di  badanti con regolare assunzione, sia  per il pagamento di prestazioni di assistenza  e di supporto forniti da enti convenzionati.

Il contributo che oscilla tra un minimo di  50 euro al mese ed un massimo di 1050 euro al mese a seconda del livello di Isee e della grado di disabilità. Al contibuto vanno detratte le indennità percepite (accompagnamento, frequenza ecc.)

Nel caso di nucleo familiare con più beneficiare il trattamento non può superare comunque i 2000 euro, anche nell'ipotesi in cui siano impiegati due o più assistenti familiari.

 

I Beneficiari

Il progetto Home Care Premium è un bonus destinato a dipendenti e pensionati pubblici che sono in condizioni di non autosufficienza o che assistono in casa persone non autosufficienti o con disabilità grave.

Il bonus può, quindi, essere richiesto dai soli dipendenti e pensionati pubblici per se stessi e per i familiari conviventi o di primo grado non autosufficienti (anziani o disabili che siano).

Sono interessati dal progetto anche i minori disabili, figli di dipendenti pubblici o pensionati deceduti.

 

Come fare domanda

La presentazione della domanda,  dovrà avvenire entro le ore 12 del 30 marzo 2017 o per via telematica sul sito ufficiale dell’Inps www.inps.it, previa richiesta, se il soggetto non ne è in possesso, del Pin Inps necessario per accedere ai “Servizi online”. 

Inoltre, la persona non autosufficiente (anziano o disabile) deve fare richiesta di iscrizione alla banca dati dell’Inps come dipendente pubblico o pensionato o familiare di dipendente pubblico (exInpdap).

Al momento della presentazione della domanda, il richiedente deve aver già presentato una Dichiarazione Unica Sostitutiva per consentire l’acquisizione dell’Isee sociosanitario del nucleo familiare di cui fa parte anche il beneficiario del Bonus.

Le graduatorie delle richieste ammesse alle prestazioni, saranno pubblicate sul sito dell'Inps entro il 20 aprile 2017.

27/03/2017