Home / DI COSA PARLIAMO / Libri / Il re è fuori

Il re è fuori

Chiunque si crede normale dovrebbe leggere questa favola.

L’autore di questa fiaba-riflessione è Marco D’Agostino, insegnate e prete della diocesi di Cremona. Una favola con tanto di Re, gran ciambellano e servitori, che però prende le mosse da un fatto realmente accaduto: l'esperienza di servizio di alcuni studenti del liceo con i ragazzi diversamente abili. La storia si snoda passando dal formalismo di un regno ordinato e perfetto alla vita “fuori” trascinata dal “diverso”, dalla non formalità ma ricca di umanità e solidarietà. Solo un elemento che il lettore scoprirà da sé, provoca lo scompiglio della realtà guidandoci, insieme al Re, ad un esame di coscienza e ad una riflessione sulla “normalità”. La penna dell’autore non risparmia i costumi del nostro tempo, primo fra tutti il disinteresse, lo “star bene a casa propria” e i luoghi comuni come “qualcuno ci penserà”. Il Re è fuori dalla reggia, dalle mura e le situazioni lo portano ad andare più in là del suo naso. Allo stesso modo il lettore viene catapultato fuori dalle sue comodità quotidiane per proiettarsi in un mondo che scuote.

Questa storia ci spinge a cercare il Re ovvero a stare fuori, nella vita reale, quella fianco a fianco con la gente. E’ lì che si trova la vera felicità. Del resto l’essere umano è relazione, e si realizza solo nella relazione con gli altri. E catapultati in questa riflessione sulla normalità, sull’andare oltre vengono in mente le parole di una recente canzone di Jovanotti “..Viviamo comodi dentro alle nostre virgolette ma il mondo è molto più grande,  più grande di così…se uno ha imparato a contare fino a sette vuol mica dire che l'otto non possa esserci..”

Valentina Bertocchi

 

“Il Re è fuori”, Marco D’Agostino, Effattà editrice, euro 9

19/12/2013