Home / DI COSA PARLIAMO / Mobilità / Come ottenere e utilizzare il contrassegno sosta disabili a Varese

Come ottenere e utilizzare il contrassegno sosta disabili a Varese

A cosa serve

Il contrassegno, previsto dall'art. 381 del Dpr 495/92 (norme di attuazione del Codice della Strada) permette ai veicoli, a servizio delle persone disabili, la circolazione in zone a traffico limitato (ZTL) e il parcheggio negli spazi appositi riservati a strisce gialle o nei normali spazi a strisce blu.

In alcune vie del centro di Varese, pur disponendo del contrassegno, la circolazione è condizionata dalla necessità di avere un’autorizzazione specifica da parte del Comando Polizia Locale che può accertare l’infrazione con la rilevazione fotografica del numero di targa.

 

Che cos’è

Il contrassegno è costituito da una scheda blu sulla quale risultano, oltre che il simbolo europeo (infatti il permesso ha valore in tutti i paesi dell’Unione Europea) i dati personali con relativa foto del titolare del contrassegno stesso. Un ologramma antifalsificazione è riportato sulla scheda per impedirne la duplicazione.

 

Come ottenerlo

Per ottenere il contrassegno l'interessato deve rivolgersi alla propria Asst (ex Asl) per farsi rilasciare dall'ufficio medico legale la certificazione medica che attesti che il richiedente ha una capacità di deambulazione sensibilmente ridotta o è non vedente. Per quanto riguarda il distretto di Varese occorre recarsi presso il padiglione Tanzi (Tel. 0332-277241) dell’Asst di via Rossi. Una volta ottenuto tale certificato l’interessato dovrà presentare una richiesta al Comando Polizia Locale del comune di residenza per il rilascio del contrassegno allegando il certificato della Asst.

La documentazione da presentare per ottenere il rilascio del permesso è costituita da:

  • modulo di richiesta predisposto dal Comando di Polizia Locale (a Varese è in via C. Battisti)
  • certificato medico ASST comprovante la capacità di deambulazione notevolmente ridotta, oppure 
  • verbale della Commissione Sanitaria della Regione Lombardia che riconosca l'invalidità specificata, oppure
  • verbale definitivo INPS con dicitura "invalido con necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita”
  • due fotografie recenti formato tessera.

La documentazione da presentare per il solo rinnovo del permesso che ha validità quinquennale:

  • modulo di richiesta predisposto dal Comando di Polizia Locale;
  • certificato del medico curante che confermi il persistere delle condizioni sanitarie che hanno dato luogo al rilascio precedente;
  • riconsegna contrassegno non più in corso di validità;
  • due fotografie recenti formato tessera. 

La documentazione da presentare per il solo rinnovo del permesso con validità a tempo determinato:

  • specifico certificato medico Asst;
  • due fotografie recenti formato tessera.

 

 

Durata

Il contrassegno ha validità quinquennale, allo scadere del termine può  essere rinnovato presentando un certificato del proprio medico di base che confermi la persistenza delle condizioni sanitarie per le quali è stato rilasciato il contrassegno.

A questo proposito è utile ricordare che il contrassegno può essere rilasciato anche a persone che si ritrovano in condizioni di invalidità temporanea a causa di un infortunio o altro; in questo caso l'autorizzazione può essere rilasciata a tempo determinato a seguito della certificazione medica che attesti il periodo di durata dell'invalidità.

 

Parcheggio sulle strisce blu

I veicoli muniti di contrassegno grazie al  DPR 151/12 che ha modificato l’art. 381 del Codice della Strada possono parcheggiare negli spazi di sosta a strisce blu gratuitamente e senza limiti di tempo. Il Comune di Varese ha emesso in proposito una propria delibera (n.19 del 5 maggio 2014). Inoltre se ricorrono particolari condizioni di invalidità della persona interessata esiste la possibilità di ottenere uno spazio di sosta privato individuato da apposita segnaletica con gli estremi del contrassegno.

Bruno Biasci

05/02/2017