Home / I NOSTRI ESPERTI / Esperto barriere architettoniche / Luoghi pubblici / Cimitero inagibile

Cimitero inagibile

Fastidiosi gradini al cimitero di sant'Ambrogio.

Le segnalo che è impossibile fare certi percorsi con la carrozzina all’interno del cimitero di S. Ambrogio (Varese)  per la presenza di gradini. Non mi sembra proprio giusto che per la presenza di ostacoli fisici non sia possibile raggiungere il luogo di interesse certamente comune a molti altri cittadini. E’ possibile rimediare?

Carmelita Frattini

 

Signora Frattini, rispetto al suo quesito ho  provveduto innanzitutto a segnalare sul sito  www.segnalacivarese.it, creato dal quotidiano "La Provincia" la presenza di barriere nel cimitero di S.Ambrogio anche per mantenere viva l'attenzione sul tema della mobilità delle persone .

La redazione della Provincia di Varese si è infatti riproposta, attraverso la rubrica “segnalaci Varese”, di consentire al lettore di indicare quanto di brutto e di ostacolo ha riscontrato indicando il punto sulla cartina della città.

Certo che il problema di accessibilità dei cimiteri è molto diffuso. Limitando il discorso alla decina di cimiteri che ci sono a Varese risulta che tutti presentano ostacoli alla mobilità delle persone con difficoltà di deambulazione. A parte la presenza di gradini privi di rampe i cimiteri in particolare hanno in comune il ghiaietto presente quasi sempre su tutti i percorsi. Fondo che, a causa dello sprofondamento delle ruote, rende molto difficoltoso muoversi in carrozzina.

L’eliminazione delle  barriere architettoniche in tutti i luoghi pubblici, inclusi ovviamente i cimiteri, è obbligatoria e avrebbe dovuto essere attuata da tempo, se si pensa che la legge che la prevede risale al 1986. Alla base di tutto la legge avrebbe dovuto essere attuata con la stesura del cosiddetto Peba (Piano Eliminazione Barriere Architettoniche) facendo una dettagliata valutazione dei costi e conseguentemente stabilendo una sequenza temporale di realizzazione delle opere.

21/07/2016